Dal narratore implicito al filtro del personaggio

Nello scorso articolo abbiamo visto quali problemi si porta dietro il narratore esterno: racconta la storia dall’esterno, è a conoscenza di fatti che i personaggi non conoscono, e comunica direttamente con il lettore. Rompe la magia narrativa di cui parla Booth e spinge il lettore fuori dal testo. Di per sé, nessuno di questi aspettiContinua a leggere “Dal narratore implicito al filtro del personaggio”

Narratore onnisciente, perché no?

Che cos’è il narratore onnisciente? È il narratore che sa tutto della storia, dei personaggi, dei loro pensieri e del loro carattere. Agganciandoci agli articoli delle scorse settimane, è il narratore che ti dice che “Marco è avido”, o che “Riccardo saltò sulla barca, ma non sapeva che sarebbe stato un errore”. In sostanza, èContinua a leggere “Narratore onnisciente, perché no?”

Dai principi alle regole

Qui su Tecnonarrativa siamo partiti martellando le regole, sostenendo che la scrittura, in quanto forma d’arte, ha bisogno di regole. Ora facciamo un ulteriore passettino. Imparare le regole da sole non serve a niente se non c’è un concetto alla base. Sono etichette, parole vuote. Un po’ come descrivere l’equazione della parabola senza mai vederlaContinua a leggere “Dai principi alle regole”