58 SECONDI DELLA RUOTA DEL TEMPO

La ruota del tempo, saga fantasy scritta da Robert Jordan, è sbarcata su Amazon Prime Video in grande stile.Fermo qui.Se non hai Prime video prosegui, ma se ce l’hai… prenditi un minuto, giusto un minuto (la scena dura 58 secondi) e guarda l’inizio. Consideralo un esercizio. Una voce fuori campo ci narra la devastazione lasciataContinua a leggere “58 SECONDI DELLA RUOTA DEL TEMPO”

Il flusso informativo: l’attenzione

L’ordine delle informazioni è fondamentale per veicolare il maniera corretta il tuo mondo narrativo e, soprattutto, rendere il testo immersivo. In altre parole, per calare il lettore nel personaggio. Per far ciò, pensieri e considerazioni non possono essere casuali. Derivano sempre da stimoli che colpiscono il punto di vista.

Inserire dettagli in maniera dinamica: i luoghi

Come gestire ambienti e spazi a cui il protagonista è già abituato? Come promesso, in questo articolo vedremo esempi per gestire il flusso dei dettagli quando si tratta di ambienti, luoghi, spazi a cui il protagonista è abituato. Come abbiamo già detto, nel corso di una descrizione statica non vogliamo far apparire nel testo dettagliContinua a leggere “Inserire dettagli in maniera dinamica: i luoghi”

Dal narratore implicito al filtro del personaggio

Nello scorso articolo abbiamo visto quali problemi si porta dietro il narratore esterno: racconta la storia dall’esterno, è a conoscenza di fatti che i personaggi non conoscono, e comunica direttamente con il lettore. Rompe la magia narrativa di cui parla Booth e spinge il lettore fuori dal testo. Di per sé, nessuno di questi aspettiContinua a leggere “Dal narratore implicito al filtro del personaggio”

Dai principi alle regole

Qui su Tecnonarrativa siamo partiti martellando le regole, sostenendo che la scrittura, in quanto forma d’arte, ha bisogno di regole. Ora facciamo un ulteriore passettino. Imparare le regole da sole non serve a niente se non c’è un concetto alla base. Sono etichette, parole vuote. Un po’ come descrivere l’equazione della parabola senza mai vederlaContinua a leggere “Dai principi alle regole”

Quando il raccontato fu mostrato

L’articolo della settimana scorsa può aver lasciato dei dubbi. Lo capisco. Per chi ha sempre scritto senza pensare a cosa sta facendo, non è facile saltare da un approccio raccontato a uno mostrato. E non è facile nemmeno afferrare la differenza tra i due concetti. Insisto nel dire che si tratta di concetti. Non soffermateviContinua a leggere “Quando il raccontato fu mostrato”

Per cominciare

Siamo ignoranti. Tutti, troppo. Là fuori, ogni giorno, gli autori pubblicano in self su Amazon, o con case editrici a pagamento, o magari pure free. E la qualità della narrativa in Italia scende a picco perché nessuno giudica, nessuno sa giudicare e non ci sono barriere in ingresso. Chiunque può vendere al mondo il suoContinua a leggere “Per cominciare”